background img
banner
banner

Il naturale processo di eliminazione – La Recensione

Il-Naturale-Processo-Di-Eliminazione

“Si nasce, si cresce, si vive, si muore. È il naturale processo di eliminazione.”

Tamara (Calliope) Macera parte dalla considerazione che la vita sia un continuo dissolversi di persone e situazioni, un perpetuo processo di eliminazione insomma, e, attraverso le vicende di Angela, cerca di mettere a fuoco il suo personale processo di eliminazione.

Angela si trova in quella fase della vita in cui l’incertezza dell’essere giovani si mischia al disagio emotivo e sociale. Ha diciotto anni e ogni scelta che compie crea uno squilibrio con cui deve fare i conti. La sua realtà è in continuo movimento e, anche quelle che considera certezze, si sgretolano davanti ai suoi occhi con il semplice vivere la sua età, come il suo rapporto con l’amico di sempre Paolo, che la lascia sola con i suoi dubbi e i suoi fantasmi, senza neanche l’appiglio di un ultimo confronto.

L’amore per Angelo e per Rebecca, la passione per la musica, il rapporto con i genitori, con Sara e con l’anziana Elisa sono descritti nei dettagli, con uno stile asciutto e diretto che spinge il lettore a voltare pagina e lo immerge nelle stesse emozioni e sensazioni della protagonista.

Nel testo non mancano temi di interesse sociale come la violenza sulle donne e gli amori omosessuali, che l’autrice tratta con una maturità sorprendente per i suoi ventuno anni. In particolare, la passione di Angela per Rebecca e quella della madre per la sua prima fidanzata sono descritti senza alcun retrogusto di vergogna o di difficoltà di accettazione di se stessi.

Un romanzo d’esordio che sembra presagire una lunga carriera di successi!

Vai al libro


Article Categories:
Recensioni

Articoli Collegati


Articoli Popolari

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Menu Title